domenica 19 febbraio 2017

Racalmuto, Sant'Agata di Militello e Comiso. Le citta' di Sciascia, Consolo e Bufalino si ritrovano nel nome della letteratura. L'assessore alla Cultura Salvatore Picone: "A Racalmuto presto due strade per Consolo e Bufalino"



Tre scrittori e tre paesi. Sciascia, Consolo e Bufalino. Racalmuto, Sant'Agata di Militello e Comiso. I tre piu' grandi autori del Novecento, nati in Sicilia, adesso vivono nelle loro opere e nelle pietre delle loro citta' natali. Ieri, 18 febbraio, a Sant'Agata di Militello, paese dove nel 1933 nacque Vincenzo Consolo, e' stata inaugurata la " Casa letteraria Vincenzo Consolo", una struttura creata grazie alla donazione della famiglia. La piazza principale del paese, prima dedicata a Vittorio Emanuele, e' stata dedicata all'autore di "Retablo". Alla manifestazione, organizzata dall'amministrazione comunale in collaborazione con gli "Amici di Vincenzo Consolo" e il Centro studi "Pio La Torre", hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni di Racalmuto e Comiso. Per la prima volta i tre Comuni assieme, ufficialmente, nel nome dei tre grandi scrittori legati da affettuosa amicizia.
"Una giornata storica non solo per Sant'Agata Militello - ha commentato l'assessore alla Cultura di Racalmuto Salvatore Picone - per la prima volta queste tre comunita' si ritrovano, quasi simbolicamente per far ritrovare Sciascia Consolo e Bufalino". "Tre Comuni di tre province della Sicilia che hanno dato i natali a questi grandi autori - ha detto Picone nel corso del suo intervento - possono essere una forza culturale di notevole significato e importanza. Per questo ho gia' invitato a Racalmuto gli amministratori di Comiso e Sant'Agata, per iniziare a lavorare, insieme ai consigli comunali, ad un vero e proprio patto di amicizia che possa continuare a legare queste comunita' e le istituzioni culturali dedicate ai tre scrittori".
Nel corso della manifestazione, inoltre, l'assessore Picone ha annunciato che l'amministrazione comunale di Racalmuto, guidata dal sindaco Messana, avviera' la procedura per dedicare, nel paese di Sciascia, una strada a Gesualdo Bufalino, scomparso dieci anni fa, e una strada a Vincenzo Consolo scomparso cinque anni fa. Due scrittori molto legati a Racalmuto e a Sciascia.
Soddisfazione e commozione a Sant'Agata di Militello, dove erano presenti, tra gli altri, i familiari di Vincenzo Consolo, il sindaco della citta' Carmelo Sottile, l'assessore alla Cultura Melinda Recupero, il presidente del Consiglio comunale di Comiso Gigi Bellassai, il critico Concetto Prestifilippo, il presidente degli "Amici di Vincenzo Consolo" Claudio Masetta e Vito Lo Monaco presidente del Centro studi "Pio La Torre" di Palermo.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA