giovedì 15 dicembre 2016

Racalmuto: il consigliere Maniglia denuncia ritardi nell'avvio del progetto di doposcuola comunale

Comunicato stampa del 
consigliere comunale Salvatore Maniglia

L'anno passato è stato realizzato il progetto “ Fare i compiti con l'ODS” , si trattava di un progetto didattico a favore dei bambini della scuola di Racalmuto, che per vari motivi, avevano necessità di un sostegno pomeridiano nelle attività didattiche. Il doposcuola è stato molto frequentato, ed è stato accolto in maniera favorevole dalle famiglie, che non potevano permettersi lezioni private.
Le operatrici, selezionate mediante bando pubblico per soli titoli, che si sono occupate di questa attività, hanno raggiunto ottimi risultati, certificati dai riscontri positivi rilevati dalle insegnanti dei bambini che hanno frequentato il doposcuola.
Alla luce dei risultati ottenuti e della importante valenza sociale del progetto, ed in seguito alle richieste dei genitori, ho ritenuto opportuno inserire le somme in bilancio per rifarlo nell'anno scolastico 2016/2017. Tutto era pronto per la prosecuzione del progetto, si doveva ripartire i primi di Ottobre, le richieste di iscrizione erano arrivate numerose, sicché su richiesta di una consigliera dell'ex opposizione, si blocca tutto per rifare il bando, con il recondito scopo di cambiare gli operatori (forse ha in serbo qualche sua favorita?). Idea deleteria, considerando che si tratta di un progetto rivolto a fasce  sociali deboli, e a bambini con bisogni educativi speciali,  il cambiamento è fortemente destabilizzante, perché si crea un rapporto di fiducia (non è necessario essere psicologi per capire questo).
Detto questo, siamo quasi alla fine del quadrimestre ed il bando non è ancora pronto, perché deve essere sottoposto al vaglio ed alla approvazione della suddetta consigliera. Ora è da tre mesi che i genitori continuano a chiedere l'inizio del progetto, gli alunni  che lo frequentavano e quelli che si sono iscritti si trovano in difficoltà, al di la delle beghe politiche gli unici a subire il danno sono loro i bambini. Visti i tempi burocratici, chissà se si potrà iniziare prima della fine dell'anno scolastico.

Come al solito l'amministrazione comunale mostra tutta la sua inadeguatezza.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA