mercoledì 13 luglio 2016

Racalmuto, togliere tabellone pubblicitario costone Fondazione Sciascia e migliorare ambiente esterno. La richiesta dei residenti di via Gen.le Macaluso



I residenti e le attività commerciali della via Gen.le Macaluso dal civ. 68 al civ. 92 chiedono al sindaco del Comune di Racalmuto la rimozione delle insegne pubblicitarie che deturpano la visione della Fondazione Sciascia e creano grave danno per la sicurezza dei pedoni, in quanto a margine dei marciapiedi si accumulano residui di colla durante l'affissione dei manifesti che pregiudicano la sicurezza dei pedoni. Spesso, in passato si sono verificati incidenti ai pedoni, dovuta alla scivolosità dei marciapiedi.
I residenti chiedono la possibilità di gestire le tre aiuole, impegnandosi a proprie spese nella cura e la piantumazione dei fiori al fine di migliorare la qualità dell'ambiente esterno. "Sarebbe auspicabile - dichiara il consigliere Luigi Romano - che il sindaco provveda ad effettuare un bando pubblico esteso a tutti i quartieri con premio per l'arredo del paese, renderemo più accogliente e vivibile il nostro paese".

5 commenti:

  1. Mi piace l'idea del consigliere Romano di abbellire con fiori i quartieri del paese, ma credo che c'è l'urgenza di sostenere le problematiche legate al centro storico abbandonato e insicuro. A giorni sottoporrò al consiglio comunale un regolamento adottato in diversi comuni. COMITATO SALVIAMO IL CENTRO STORICO

    RispondiElimina
  2. Luigi Romano consigliere comunalemercoledì, 13 luglio, 2016

    Il gruppo di minoranza della lista Borsellino ha già pronto un regolamento da sottoporre alla prossima commissione consiliare e quindi in consiglio per l'approvazione. Questo primo quartiere potremmo considerarlo come "progetto pilota"m

    RispondiElimina
  3. Condivido quanto detto dal prof. Sergio Scime'. Pur essendo importante l' aspetto estetico del nostro comune, dovrebbe avere priorita' la sicurezza dei cittadini. Pertanto, invito i consiglieri comunali ad intervenire affinche' gli uffici comunali competenti facciano quanto di loro pertinenza per risolvere il problema degli edifici pericolanti del centro storico. Vedasi via Petrarca e via del Carretto.

    RispondiElimina
  4. ...salviamo il centro storico: abbattiamo i nuovi quartieri dormitorio satelliti!!!
    ...salviamo il centro storico: autofinanziamo un fondo di solidarietà per espropiare gli immobili fatiscenti ed eventualmente demolirli!!!
    ...salviamo il centro storico: chiediamo un paio di miracoli: aumento demografico, lavoro, piani di recupero attuativi, demolizione dei fabbricati abusivi, ristrutturazioni agevolate, uffici pubblici ed impiegati che facciano il loro dovere, etc. etc.!!!

    RispondiElimina
  5. Luigi Romano consigliere comunalevenerdì, 15 luglio, 2016

    I consiglieri di minoranza hanno più volte sollevato il problema sicurezza centro storico mettendosi a disposizione per formare una commissione tecnica al fine di verificare e monitorare situazioni pericolose. Ma l'amministrazione è stata insensibile ad oggi nessuna risposta. Per concludere il consigliere Romano in commissione LL. PP ha diffidato, verbalizzando, l'amministrazione al fine di attivarsi per la messa in sicurezza degli edifici fatiscenti e pericolosi del centro storico e di alcune strade e piazze che rischiano di sprofondare.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA