martedì 28 luglio 2015

Racalmuto, Guagliano "Richiesta riduzione compenso revisori dei conti del comune"

Proposta mozione consiliare:
Com'è noto  l’Ente comune si trova da alcuni anni in gravi difficoltà economico-finanziarie.
Condizione che ha comportato la proclamazione ufficiale dello stato di Pre Dissesto Finanziario.
Ne è stata conseguenza l’attivazione di un processo di risanamento che ha comportato un’eccezionale restringimento delle disponibilità di bilancio dell’Ente con conseguente ed inevitabile impoverimento dei livelli minimi dei servizi di pubblica utilità.
Parallelamente è stato imposto un’insopportabile aumento della pressione fiscale, a carico dei contribuenti.

A questo stato di estrema difficoltà finanziaria ne la politica ne l’apparato burocratico del comune sono rimasti indifferenti.
I titolari di posizione organizzativa hanno accettato di ritoccare al ribasso  i loro compensi; gli Assessori si sono decurtati l’indennità del 30% ; i Consiglieri, addirittura, hanno deciso, con atto deliberativo, di azzerare in toto quanto avrebbero dovuto percepire.
Si è voluto contribuire con  responsabilità all'azione di risanamento.
Con la presente i consiglieri  comunali che mediante votazione ufficiale ne condividono il significato, chiedono ai componenti del nuovo Collegio dei Revisori dei Conti  di valutare l’opportunità di dare un segnale in questa direzione accettando volontariamente una decurtazione significativa del loro compenso.
Il Consiglio Comunale, nel caso in cui tale proposta dovesse concretizzarsi si impegnerà, in sede di approvazione del bilancio di previsione, a destinare tali fondi, ad azioni di solidarietà in favore delle fasce indigenti della cittadinanza.
Si chiede al sig. Presidente e al Segretario generale di mettere a votazione la presente proposta.

Il V. Presidente del Consiglio 
Giuseppe Guagliano

1 commento:

  1. IRATUS PROCREATORmartedì, 28 luglio, 2015

    Aggiungerei anche che i liberi professionisti che hanno partecipato alle "mitiche" negoziazioni private ristrette, si sono aggiudicati gare con sconti che vanno oltre il 50 % sul compenso complessivo di gara che in media si aggira a circa 1.500 €!! Obbligandosi con l'ente comunale a "schiavizzarsi" sotto-mettendosi al volere dell'ente comunale per poche centinaia di Euro!! E tutto questo per venire incontro alla disastrata situazione del paese della ragione (persa e mai più ritrovata)!! Anche i liberi professionisti hanno a cuore la situazione del Comune, operando "progettazioni di beneficenza"!!
    AD MAIORCA PROGETTAE BENEFICIAE

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA