giovedì 17 maggio 2018

Al via il progetto obiettivo giovani 2018 ed altre nuove borse lavoro per le famiglie più bisognose di Racalmuto


In arrivo nuove opportunità per i cittadini disoccupati di Racalmuto. Da oggi, fa sapere l’assessore ai servizi sociali dott.ssa Carmela Matteliano, prende il via il progetto Obiettivo giovani 2018 per altri 20 giovani disoccupati racalmutesi dai 18 ai 35 anni. Come negli anni passati, i giovani sono stati selezionati tramite bando pubblico e saranno impiegati in diverse attività. Alcuni di loro, infatti presteranno servizi presso la scuola garantendo il supporto organizzativo per i bambini frequentanti le sezioni infanzia del plesso “Lauricella” ed “Agazzi” dell’Istituto Comprensivo Statale Leonardo Sciascia, altri in servizi di piccola manutenzione e pulizia di strutture pubbliche e decoro urbano ed altri ancora in servizi di assistenza domiciliare agli anziani racalmutesi. 
Sicuramente, per i giovani coinvolti nel progetto - dichiara l’assessore ai servizi sociali dott.ssa Carmela Matteliano - la piccola opportunità lavorativa, oltre a garantire un incentivo economico, permetterà loro di vivere un’importante esperienza educativa e formativa, e sarà un’importante occasione di crescita personale e sociale.” 
Aggiunge, il Sindaco Avv. Emilio Messana: “Spesso i giovani disoccupati non riescono a beneficiare dei piccoli aiuti economici che i nostri Servizi Sociali possono erogare, perché scavalcati nelle graduatorie da concittadini più anziani, con carico familiare. Per questo abbiamo deciso di riservare loro delle risorse, che ci consentono di coinvolgerli in piccole attività ed impegnarli in servizi in favore della comunità. L’esperienza positiva del progetto Obiettivo Giovani negli anni precedenti ha spinto l’amministrazione comunale non solo a dare continuità al progetto riproponendolo anche nel nuovo bilancio di previsione 2017-2020, ma addirittura di potenziarlo aumentandone le ore. Per cui anche per quest’anno, ogni soggetto sarà impiegato non più per sei ore alla settimana bensì, per nove, aumentando così l’incentivo economico. 
 “Per quanto riguarda il progetto Borse lavoro – continua il sindaco Messana - vogliamo comunicare ai nostri concittadini di essere riusciti a sbloccare altre 32 borse lavoro congelate del PDZ triennalità 2012-2015. Presto il Distretto Socio-sanitario D3 ci darà il “via” e potremo assegnarle ai nostri concittadini.”
“In un momento di grande crisi e difficoltà economica che attanaglia molte famiglie – conclude la vicesindaco Matteliano - abbiamo approntato delle risposte – il servizio civico, l’obiettivo giovani, il rimborso delle spese sanitarie, le borse lavoro, per citarne alcune – per dare un piccolo ma importante aiuto concreto e lanciare segnali di attenzione alle esigenze e ai bisogni delle fasce più deboli della nostra comunità.”


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA