venerdì 27 aprile 2018

Racalmuto: la vera finalità della nuova piazza, riportare alla memoria le torture seicentesche. Sciascia non avrebbe gradito e lo scrive

Scusateci ma non riusciamo a comprendere la finalità della nuova piazza Francesco Crispi, dopo la fine della fontana. Da una parte si dice che in passato era il luogo dove si c'incontrava, si passeggiava, si stava seduti al bar. Dall'altra si vuole portare alla memoria cittadina la finalità seicentesca di "lu cuddaru", con un palo a centro rappresentativo di una delle torture applicate nella piazza durante la santa inquisizione. Scrive Sciascia: "A Racalmuto, fino a pochi anni addietro, un punto della piazza Francesco Crispi era denominato lu cuddaru, il collare, memoria di uno strumento largamente usato dal Sant'Uffizio a pena dei bestiemmatori comuni, dei bestemmiatori non ereticali. Nello stesso luogo, probabilmente, aveva sede il commissario dell'Inquisizione. 
Era il collare, spiega Pitrè, un arnese di ferro che si apriva e si chiudeva con apposito congegno in tutto e per tutto simile a quello dei cani, attaccato al muro o ad un palo. Nudo dalla cintola in su, e convenientemente unto di miele, il bestemmiatore veniale vi restava esposto per qualche ora; per non più di tre ore".
Sciascia sottolinea che "fino a pochi anni addietro" e siamo negli sessanta, quel luogo era ricordato come la piazza delle torture, mi pare soddisfatto del fatto che i racalmutesi abbiano rivestito con diverso nome quel luogo, cancellando in un luogo fisico come la piazza di un paese quel triste ricordo. Rispolverare la memoria, in modo plateale, a centro di piazza, potrebbe considerarsi fuori luogo e fuori tempo e di dubbia interpretazione. (Sergio Scimè)

2 commenti:

  1. A mio Modesto parere , nonostante Sia contrario all' abbattimento Della Fontana, non trovo inopportuno rispolverare la storia, se cio' e' accaduto secoli fa, non vedo cosa ci sia di fuori luogo, e non capisco cosa vorreste dire con "fuori tempo" ??? La storia non si cancella, la storia si ricorda e' serve da lezione per il futuro. Detto cio' mi dispiace che ha pagarne Sia la bellissima fontana, ma a me l idea di rievocare la storia e Il passato non dispiace , visto che tanto ormai la fontana e' saltata!

    RispondiElimina
  2. la gogna è stata appena ripristinata: vedi facebook. e non dimentichiamo che il primo a provare la ghigliottina, appena cambiò il vento rivoluzionario (fine del periodo del Terrore) fu proprio Robespierre, che l'aveva introdotta!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA