domenica 12 febbraio 2017

Racalmuto: Vent'anni della Pubblica Assistenza Volontari Riuniti, una giornata memorabile FOTOGALLERY


Una grande festa la manifestazione per i vent'anni dei Volontari Riuniti di Racalmuto. Nati nel 1997, giorno dopo giorno, con spirito di servizio solidaristico e con amore hanno soccorso e accompagnato nei luoghi di cura le persone ammalate, un'istituzione no-profit sanitaria e di protezione civile molto importante per la nostra comunità.

Dopo la simulazione di un soccorso stradale iniziata nel pomeriggio di sabato 11 febbraio 2017 e il lungo corteo di ambulanze e mezzi di soccorso, la giornata si è conclusa in serata con una partecipata conferenza. Tanti gli interventi per sottolineare il valore del volontariato nella società,  ad iniziare dalla dott.ssa Teresa D'Acquisto capo servizio del volontariato della Regione Siciliana, poi il sindaco Emilio Messana, il presidente del consiglio comunale Ivana Mantione, la dirigente scolastica Rosa Pia Raimondi, il dirigente ASP Gaetano Geraci, l'arciprete Don Diego Martorana, assessori, consiglieri  e testimonianze di cittadini e volontari.  Soddisfazioni espresse dal presidente dell'associazione Massimo Castellana per i risultati raggiunti in tutti questi anni grazie all'impegno umanitario dei soci dell'associazione.
Sergio Scimè: ringrazio i volontari di Racalmuto per avermi dato la possibilità  di essere stato con loro in questo giorno memorabile.
A seguire le foto  e la relazione che racconta la vita dell'associazione





































Una storia lunga una vita: la nostra
La “Pubblica Assistenza Volontari Riuniti Racalmuto” è nata il 7 febbraio 1997 su iniziativa di un gruppo di ventitré giovani racalmutesi che, animati da forte spirito di solidarietà, si sono ritrovati davanti ad un notaio per la costituzione dell’Associazione.
Cominciammo con un gruppo di 23 ma ben presto, grazie alle numerosissime richieste di iscrizione, raggiungemmo i 100 soci.
Coi limitati mezzi a disposizione – una sede in via Garibaldi n. 119 gentilmente concessaci gratuitamente e alcuni mezzi propri dei volontari che li misero a disposizione per l’espletamento dei servizi – abbiamo dato il via alle attività sociali.
Il primo servizio col quale entrammo in contatto con la cittadinanza fu quello della consegna a domicilio dei farmaci a tutti quegli anziani non deambulanti che ne facevano richiesta.
Grazie ad una raccolta fondi durante la ricorrenza di ognisanti e la commemorazione dei defunti quello stesso hanno siamo riusciti ad acquistare il primo mezzo, una Citroen BX usata.
Seguì di li a poco la donazione da parte della Conferenza San Vincenzo dei Paoli della chiesa Madre di quella che è stato il nostro primo mezzo di soccorso: la mitica ambulanza Fiat 238 della quale ancora tutti ricordiamo le potenti sirene.
Grazie alla collaborazione dell’Accademia delle Belle Arti di Palermo che, per il tramite dell’allora studente ed oggi docente prof. Sergio Amato, ha curato ed allestito una mostra di diversi artisti i quali hanno poi donato le loro opere alla “Pubblica Assistenza Volontari Riuniti Racalmuto” siamo riusciti, col ricavato della vendita dei quadri, ad acquistare un’altra ambulanza, una Fiat Ducato proveniente da una associazione di Genova.
L’impegno e la voglia di fare dei volontari, però, non si è fermato alle semplici attività istituzionali.
Di giorno ci si impegnava nelle predette e per un periodo ci si è impegnati anche alla rimessa a nuovo di una ambulanza acquistata, si fa per dire, presso il deposito di mezzi in disuso dell’Esercito Italiano nei pressi di San Cataldo.
Questo non solo ci permise di ampliare il parco mezzi ma ci ha consentito di mettere in piedi una struttura in grado di espletare servizi di emergenza – urgenza nel periodo in cui il servizio 118 in Sicilia muoveva i primi passi.
Tanti sono stati i servizi espletati su richiesta della Centrale Operativa di Caltanissetta
e sempre i volontari di Racalmuto si sono distinti per preparazione, professionalità, puntualità e correttezza tanto da ricevere in numerose occasioni il plauso degli operatori e dirigenti di quella centrale.Altri mezzi, alcuni donati come al Fiat Croma, altri acquistati col contributo del comune di Racalmuto, come Opel Corsa, hanno fatto parte del parco mezzi dell’Associazione; diversi di questi sono stati dismessi perché ormai poco efficienti a causa dell’intenso uso fattone.
Grazie al contributo del Ministero del Lavoro, delle Politiche sociali e della solidarietà siamo riusciti ad acquistare, sia pure non pagandone per intero in una volta sola il costo, la prima ambulanza nuova.
Il mezzo, dotato di tutti i sistemi di rianimazione e gli strumenti di soccorso, è ancora in uso alla P. A. Volontari Riuniti Racalmuto.
Altra ambulanza, questa volta usata, è stata acquistata successivamente. Si tratta di un mezzo dismesso dal servizio 118 regionale ma ancora in buone condizioni specie grazie alla manutenzione straordinaria eseguita dal venditore prima della cessione.
Attraverso il Dipartimento Regionale Protezione Civile e con il contributo del comune di Racalmuto, l’Associazione si è fornita di un furgoncino Renault Traffic a nove posti dotato di pedana per soggetti diversamente abili, tutt’ora in uso ai volontari.
Visto che i servizi negli anni sono aumentati ci siamo dotati di una nuova auto, una Fiat Punto, adibita a mezzo sanitario e pertanto dotata di lampeggianti e sirena. Grazie a questo mezzo i volontari svolgono attività di trasporto dializzati da e per i centri abilitati allo svolgimento di tale importante pratica medica.
Infine un ultimo mezzo, un’ambulanza Fiat Ducato di ultima generazione, è stata acquistata, sempre a rate, per consentire il ricambio dei mezzi e per poter avere sempre a disposizione efficaci ed efficienti strumenti per la salvaguardia della salute di chi, nostro malgrado, è costretto a chiedere il nostro intervento.
Questa la storia del nostro parco mezzi, storia di non poco momento se si riflette su due dati: 1) al suo nascere il patrimonio della “Pubblica Assistenza Volontari Riuniti Racalmuto” ammotava a £ 230.000, le quote sociali raccolte in sede di costituzione; 2) tutto questo non è altro che il frutto, disinteressato e spesso pieno di sacrifici anche economici, di gente all’apparenza semplice, ma che nasconde i grandi valori della solidarietà, dell’altruismo e della generosità umana; grazie a loro tutto questo è stato possibile.
Se la memoria riesce ancora a narrare la storia del parco mezzi difficile se non impossibile diventa l’elencazione o anche la semplice narrazione per sommi capi dei servizi svolti.
Ci proviamo coscienti che molte saranno le mancanze e le inesattezze perché se la memoria ed il cuore tutto trattengono non è certo possibile chieder loro di restituire nei dettagli il loro patrimonio di ricordi ed emozioni.
Uno dei servizi che i volontari svolgono, da sempre, con molto entusiasmo e generosità è l’assistenza agli anziani inabili.
Una delle attività fiore all’occhiello dell’associazione, come anticipato, sono stati i
servizi espletati nel campo dell’Emergenza Sanitaria.
I nostri volontari, coordinati dalla Centrale Operativa S.U.E.S. 118 di Caltanissetta, hanno svolto innumerevoli servizi in supporto agli operatori 118.
A tutt’oggi appartengono alla nostra Associazione dei soci che operano quotidianamente nel servizio sanitario 118 della Regione Sicilia, autisti soccorritori, Infermieri, abituati quotidianamente nell’affrontare particolari situazioni di emergenza/urgenza.
Il nostro personale è particolarmente preparato per il trattamento di pratiche di soccorso quali: BLS (Basic Live Suppor, sostegno di base alle funzioni vitali); BLSD (Basic Life Support Defibrillation, Supporto Vitale di Base/defibrilazione vale a dire rianimazione cardioplomonare con l’uso di defibrillatore semiautomatico); ITP (Immobilizzazione Trasporto Politraumatizzato) Esercitazione del Politraumatizzato (soccorso su motociclisti e automobilisti).
Il personale viene periodicamente richiamato per re training formativi con cadenza semestrale.
Da Febbraio del 2006 l’Associazione è mobilitata per la manifestazione internazionale del “Mandorlo in Fiore” ad Agrigento, nella quale i volontari sono impegnati in servizio di soccorso sanitario al pubblico intervenuto alla manifestazione, coordinati dal Dipartimento Regionale di Protezione Civile. Numerose altre manifestazioni provinciali e non ci vedono protagonisti, tra i quali si ricordano:

1.     “Giovaninfesta”, manifestazione organizzata dalla Curia Vescovile, tenutasi a Racalmuto nel 1999;
2.     “Sagra del Tataratà”, manifestazione che si svolge a Casteltermini ed alla quale partecipiamo dal 2005; 
3.     Servizio di vigilanza sanitaria e soccorso durante i festeggiamenti in onore di Maria SS. del Monte, in Racalmuto;
4.     Manifestazione “Fiaccola Olimpica” ad Agrigento nel 2006 con servizio di Soccorso Sanitario nelle vie di Agrigento; 
5.     Protezione Civile per ferragosto dal 2009 come postazione Sanitaria a San Leone, zona balneare di Agrigento (AG);
6.     Postazione Sanitaria nelle principali gare di Rally Regionali.
Questi, nella gran parte, i servizi espletati in provincia.
Altri interventi di Protezione Civile ci vedono protagonisti, sono:
1.     Nel 2009, terremoto in Abruzzo;
2.     Nel 2009, frana di Giampilieri (ME);
3.     Nel 2011, assistenza sbarco clandestini a Porto Empedocle (AG);
4.     Nel 2011, ricerca persona scomparsa nel territorio di Favara (AG);
5.     Convenzione con l’ASP di Agrigento per il trasporto di emodializzati, con atto deliberativo n. 1374 del 28.03.2013
6.     Nel 2014–2016, raccolta alimentare di prima necessità nel periodo natalizio e pasquale e raccolta di materiale didattico per gli alunni in difficoltà economiche dell’Istituto Comprensivo “Generale Macaluso” di Racalmuto in collaborazione
con il Comune di Racalmuto, assessorato ai Servizi Sociali.
La nostra idea è quella di crescere o meglio di continuare a crescere, organizzando attività nei vari settori in cui opera l’Associazione al fine di rendere ai cittadini di Racalmuto e dei comuni limitrofi un servizio sempre più efficiente ed onnicomprensivo e, ove le nostre risorse , il personale volontario, i mezzi e i fondi c’è lo consentiranno, accorrere per portare aiuto, soccorso e conforto a tutte le popolazioni colpite da disastri naturali.
Per l’immediato futuro la nostra Associazione si prefigge di crescere ancora di più, nell’ambito del servizio di Protezione Civile, nonché, nell’ambito del soccorso sanitario 118 alla popolazione, nell’ambito del bacino di appartenenza.
Siamo in possesso di personale qualificato in grado di garantire un soccorso altamente professionale, ed è nostro intendimento formare il personale iscritto per renderlo ancor di più qualificato.
Dall’apertura dell’impianto motoristico Autodromo “Valle dei Templi” di Racalmuto, la società Program Group Engeneering S.r.l. con sede sociale in Racalmuto C/da Mezzarati, ci ha affidato il servizio di soccorso in autodromo, dimostrando altissima professionalità ed esperienza nell’effettuare il delicato compito di soccorrere i piloti che usufruiscono dell’impianto motoristico.
Siamo dotati di presidi indispensabili nel soccorso sanitario, in grado di garantire un più attento monitoraggio del paziente.
L’Associazione risulta inoltre, iscritta al Registro Regionale delle Associazioni di Volontariato con Decreto AA.SS. n° 2216/XIII del 23/11/1999 ed iscritta al Registro Regionale della Protezione Civile con Decreto Presidenziale N° D.D.G. 683 del 10/06/2004 e all’elenco Nazionale del Dipartimeo di Protezione Civile prot. n. DPC/Vol/4718 del 24/01/2012.
I mezzi in possesso sono autorizzati all’espletamento dei servizi di soccorso con autorizzazione dell’A.U.S.L. n°1 di Agrigento Prot. n° 2730 del 10/12/2002.
Il nostro impegno ci ha anche portati a chiedere ed ottenere l’accreditamento come Ente per lo svolgimento del Servizio Civile ottenuto con Decreto del Dirigente Regionale dell’Assessorato della Famiglia del 09 marzo 2015.
Nella speranza che in futuro si raggiungano nuovi e maggiori risultati e che la Pubblica Assistenza Volontari Riuniti Racalmuto diventi una solida realtà omni presente nel tessuto sociale di Racalmuto tanto da diventarne parte integrante ed imprescindibile, ci auguriamo di continuare a svolgere le attività sociali con la serenità e tranquillità che hanno contraddistinto solo in parte la vita di questi primi vent’anni di attività.
In questi anni la Pubblica Assistenza Volontari Riuniti Racalmuto si è fatta notare anche nell’organizzazione di numerosi eventi: convegni a tema, raduni e momenti di partecipazione collettiva.
Tra essi meritano menzione i convegni “volontariato sociale e assistenza sanitaria nella realtà locale Racalmuto, 20/04/1997); “Donare da vita”; “idee a confronto tra associazioni di volontariato per la loro crescita in Sicilia (Racalmuto, 05/06/2004). molti altri eventi, su tale strada, sono stati organizzati e sempre hanno visto la
partecipazione numerosa della gente nonché una elevata qualità dei relatori.
Così come sempre numerosa è stata la partecipazione ai raduni organizzati nel 2001 nel 2004 (4-5 giugno) e nel 2011.
Un momento particolare crediamo meritino quei volontari che ci hanno lasciati perché la loro strada è continuata sui sentieri dell’eternità; anche loro continuano a darci tanto e siamo certi che dal posto in cui si trovano vegliano sui loro cari e speriamo anche su tutti noi.
Tutto questo altro non è stato che servizio a disposizione del prossimo, espletato, ci piace pensare e credere, con tanta abnegazione da merita l’attenzione anche delle Istituzioni.
Il risultato è stata l’assegnazione in comodato d’uso dell’immobile confiscato dallo Stato nell’ambito della lotta alla mafia, trattasi, nel caso di specie, dell’appartamento e del relativo garage ove attualmente si trova la sede sociale della Pubblica Assistenza Volontari Riuniti Racalmuto.
Chiaro segno, questo, del rispetto di cui gode la nostra associazione presso gli Enti e le Organizzazioni dello Stato.
La memoria, ribadiamo, non può riportare nel dettaglio questi vent’anni di vita fatta di condivisione, confronto anche serrato ma civile, aspetti ludici e momenti tristi.
Di un fatto siamo certi: dobbiamo a tutti un grazie di cuore e ci sentiamo in obbligo di invogliare chi ha fatto parte della Pubblica Assistenza Volontari Riuniti Racalmuto di continuare col loro impegno di volontariato auspicando al contempo che altri si vogliano unire per far parte di quella che amiamo definire “una famiglia di amici”.
Buona vita.
Racalmuto, 7 febbraio 2017 
Con ogni riguardo
Il Presidente
Castellana Massimo

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA