mercoledì 14 settembre 2016

Gli auguri del sindaco agli alunni dell'Istituto Comprensivo "Leonardo Sciascia" di Racalmuto

Il Sindaco Emilio Messana

Carissimi,
La scuola inizia e segna un nuovo solco nella vostra vita. Crescerete insieme ai vostri compagni, sotto la guida attenta dei vostri insegnanti. Imparerete a decifrare il mondo, scoprirete quanta energia è nel vostro corpo e nella vostra mente. Non abbiate riserve ad utilizzarla, mettetela a frutto anche a costo di sbagliare, di fare errori, la strada della conoscenza non è diritta e semplice, senza curiosità, impegno, tenacia, i libri, i quaderni, le lezioni saranno più pesanti. Siate liberi, ciascuno di voi porta un tesoro con sé, non siate gelosi, mettete il vostro sorriso, il vostro affetto a disposizione dei vostri compagni, la scuola è amicizia, il posto giusto per confrontarsi senza timore. 

Siate consapevoli ed orgogliosi di appartenere ad una comunità fortemente radicata nella storia, ve lo rivelano le nostre Chiese, il Castello Chiaramontano, il Teatro Comunale Regina Margherita, la Fondazione Leonardo Sciascia, le nostre piazze, i nostri concittadini illustri. La scuola vi guiderà, vi spiegherà e stimolerà i vostri sentimenti e le vostre intelligenze.
Quest'anno i ragazzi della scuola media non potranno frequentare nel loro istituto, perché sono in corso dei lavori per renderlo più bello, sicuro ed accogliente, mentre la scuola dell'infanzia e la scuola elementare del Carmelo potranno beneficiare di nuovi spazi per i ragazzi, di una nuova strada di accesso e di due aree a parcheggio, grazie ai lavori ultimati l'estate scorsa. 
Le scuole dell'Infanzia Lauricella, la scuola elementare Generale Macaluso e Marco Antonio Alaimo, la scuola media Pietro D'Asaro, tutte insieme a partire da quest'anno si chiameranno Istituto Comprensivo Leonardo Sciascia, in onore del grande scrittore racalmutese che fu anche maestro di scuola e da quell'esperienza trasse materia per ispirare la sua opera.
Il mondo vi aspetta e avrete la fortuna di poterlo conoscere grazie a validissimi insegnanti, che sapranno condurvi ed educarvi con amore e disciplina.
La scuola è così bella e importante che neanche il terremoto può fermarla! I vostri coetanei che vivono ad Amatrice, una delle città colpite dal terremoto di qualche settimana fa, già ieri erano seduti dietro ai banchi di una scuola provvisoria allestita proprio nel cratere del sisma.
Coraggio, allora, sarà il primo giorno per molti, il prosieguo per tanti altri. A tutti voi, agli insegnanti, ai collaboratori tecnici, alla dirigente Rosa Pia Raimondi, l'augurio di un ottimo e proficuo anno scolastico.
Vi abbraccio.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA