venerdì 20 aprile 2018

Onda Universitaria: NO al definanziamento ERSU e dei Consorzi Universitari

La Commissione Bilancio della Regione Sicilia   prevede nella Legge Finanziaria un taglio di circa 2.4 milioni di euro dai capitoli dedicati agli Enti Regionali per il Diritto allo Studio Universitario ed ai Consorzi Universitari.
L'associazione studentesca "Onda Universitaria" che a breve - come ci riferisce Pietro Sferrazza -aprirà un sportello informativo a Racalmuto, dichiara: "Oltre a provocare l’ulteriore indebolimento del Sistema del Diritto allo Studio della nostra Regione, l’approvazione di questi tagli va in controtendenza con quanto affermato dall’Assessore all’Istruzione ed alla Formazione Professionale in occasione del raddoppio del contributo statale ricevuto grazie ai nuovi criteri di riparto del Fondo Integrativo Statale che serve a finanziare le borse di studio. In quella occasione l’Assessore ha dichiarato alla stampa di voler incrementare ulteriormente il capitolo di bilancio relativo al Diritto allo Studio cosi da azionare quel circolo virtuoso che premia le regioni che contribuiscono in maniera consistente al cofinanziamento.
Con tale manovra, diminuendo appunto la quota versata dalla Regione, si impedisce di beneficiare della quota premiale di riparto del FIS pari al 15% di risorse in più, assegnata anche in base alla quota di cofinanziamento versata dalle Regioni per il finanziamento del Diritto allo Studio.
Riteniamo inammissibile che ancora oggi non si riesca a garantire anche quegli studenti capaci e meritevoli che nonostante la delicata situazione economica hanno il diritto di raggiungere i più alti gradi degli formazione.

Il nostro rappresentante degli studenti in Senato Accademico Vincenzo Calarca dichiara: “Abbiamo deciso di non stare in silenzio davanti all’ennesimo tentativo di mortificare il diritto allo studio e nella specie quello universitario, con i continui tagli alla cultura che  i vari governi regionali hanno apportato nel corso degli anni. Abbiamo perciò provveduto ad inviare una lettera a tutti gli attori interessanti, quindi a tutti i componenti della commissione e anche agli organi di governo, assessori al ramo e presidente della regione, invitandoli a non approvare questo emendamento e a pensare di incrementare i fondi destinati al diritto allo studio anziché diminuirli.
Aggiungiamo come una legge sul diritto allo studio oggi sia assolutamente necessaria”
“Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla.” (M. Luther King)

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA