giovedì 9 febbraio 2017

I consiglieri comunali di “Racalmuto prima di tutto” in assessorato a Palermo per il problema rifiuti di Racalmuto

Comunicato Stampa
Ivana Mantione e Sergio Pagliaro

Il giorno 2 febbraio u.s., mentre il sindaco Messana era impelagato nelle trattative con i voltagabbana della lista Borsellino per la spartizione delle poltrone assessoriali, il presidente del Consiglio comunale Ivana Mantione ed il consigliere Sergio Pagliaro, in rappresentanza degli otto consiglieri comunali di “Racalmuto prima di tutto”, si sono recati a Palermo presso l’Assessorato regionale Energia e servizi di pubblica utilità, per discutere l’annoso problema dei rifiuti nel nostro paese.

Mantione e Pagliaro sono stati ricevuti dal dott. Giuseppe Terranova e con lui fanno fatto una puntuale disamina della situazione dei rifiuti a Racalmuto, ove il servizio lascia a desiderare a fronte di un costo troppo elevato per i cittadini.

E’ stato rappresentato che il consiglio comunale è stato costretto a bocciare l’ARO costituito tra i comuni di Racalmuto, Grotte e Castrofilippo, perche l’amministrazione Messana aveva presentato un piano finanziario di circa 1.900.000,00, che avrebbe portato la tassazione alle stelle.
Attraverso le proposte dei consiglieri comunali, il piano finanziario è stato notevolmente ridotto, tuttavia ad oggi si è andati avanti con delle proroghe del servizio, in attesa che si predispongano le procedure per la gara da parte delle SRR.

Il dott. Terranova ha evidenziato il forte ritardo della SRR, di cui fa parte il Comune di Racalmuto, ai sensi della legge regionale n. 9/2010, tanto che il presidente della Regione ha emesso l’ordinanza n. 2 del 2 febbraio, con la quale si diffidano le SSRRRR ad adottare gli atti necessari entro il 15 febbraio, pena il loro commissariamento.

E' assolutamente indispensabile, pertanto, che il Sindaco di Racalmuto si attivi con celerità al fine di sollecitare presso la SRR, l’avvio delle procedure per l’affidamento del servizio per anni sette, inviando gli atti di competenza comunale e vigilando per salvaguardare gli interessi  di Racalmuto, per valutare con meticolosità i servizi che verranno effettuati  nel nostro comune ed i relativi costi.

Nel corso della riunione è stato stigmatizzato il disservizio della raccolta differenziata, che va assolutamente migliorato e va adeguatamente utilizzato il CCR che deve essere una occasione di guadagno per il Comune e non di perdita, come è stato sino ad adesso.

Al fine di discutere ampiamente il tema dei rifiuti e dei suoi costi troppo elevati per i cittadini e per dare indicazioni precise sul servizio di raccolta differenziata, i Consiglieri Comunali di “Racalmuto prima di tutto”, dopo qualche ulteriore passaggio con i funzionari regionali e dopo un incontro con un tecnico di fiducia, convocheranno un apposito consiglio comunale per discutere i suddetti punti.

Ancora una volta i consiglieri comunali devono supplire all’inadeguatezza del sindaco, proteso solamente a difendere la sua poltrona e la sua notevole indennità di carica, tradendo il programma elettorale ed i suoi elettori ed imbarcando in giunta gli abusivi della lista Borsellino.


I consiglieri comunali di “Racalmuto prima di tutto”, continueranno ad impegnarsi per il bene della collettività. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA