sabato 5 marzo 2016

Racalmuto, nota del sindaco sul sopralluogo al depuratore comunale

Nota stampa
del sindaco Emilio Messana

Si è tenuto il sopralluogo sul depuratore comunale, da poco messo in funzione dal gestore privato. Erano presenti i tecnici di Girgenti Acque, dell'Arpa, del Comune di Racalmuto, l'on. Matteo Mangiacavallo e i componenti della commissione costituita da sindaco, assessore, consiglieri comunali e dai rappresentanti delle forze politiche e dei movimenti cittadini. Si è proceduto da monte a valle, cominciando dai canali che da piazza Fontana e da piazza Barona confluiscono nel collettore principale. E' stata segnalata una pozza d'acqua a valle della piazza Barona, che sarà analizzata al fine di scongiurare una perdita nell'impianto fognario, anche un canale di scolo adiacente alla Fontana Novicannola, sarà analizzato per verificare se contenga o meno reflui.
Si è passati poi al depuratore per esaminare il ciclo di funzionamento.
Ancora non è entrato a regime per l'essiccazione dei fanghi; quando lo sarà i fanghi essiccati potranno essere portati in discarica o in un impianto di compostaggio oppure ceduti gratuitamente agli agricoltori come concime.
Girgentiacque ha dichiarato che l'acqua immessa nel depuratore è superiore alla quantità erogata ai cittadini di Racalmuto, dato che rivelerebbe l'efficienza del sistema di convogliamento delle fogne nel collettore principale. Verificheremo l'effettiva portata in entrata e in uscita.
Al sopralluogo hanno preso parte anche alcuni cittadini. E' stato un momento di grande partecipazione democratica. Per la prima volta forze politiche, tecnici, rappresentanti delle istituzioni insieme per vigilare su un servizio pubblico di primaria importanza. La Commissione e i cittadini presenti hanno incalzato i tecnici di Girgentiacque, i quali non si sono sottratti alle richieste di chiarimenti e alle osservazioni. Il sopralluogo è il primo atto di un monitoraggio che riguarderà il servizio idrico nel nostro territorio. Insieme al depuratore, valuteremo la manutenzione delle reti idriche - riscontrando i tempi e la qualità degli interventi, partendo dai dati che l'amministrazione ha raccolto in questi mesi - la trasparenza delle bollette, il collegamento alla linea fognaria e al collettore principale del centro abitato, per garantire maggiore efficienza ed economicità al servizio nel nostro comune.
In particolare confronteremo i costi di gestione del depuratore con l'ammontare del contributo richiesto in bolletta ai nostri concittadini, per verificare la congruità e la legittimità della tariffa approvata dall'Atoidrico e dall'Autorità Nazionale dell'Energia, del Gas e del Sistema Idrico. Qualora dovessero risultare sproporzionati chiederemo la riduzione e in ogni caso gli importi dovranno essere reinvestiti nel nostro impianto e nelle nostre reti.
Nel frattempo continueremo a batterci con gli altri comuni per il ritorno alla gestione pubblica dell'acqua.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA