mercoledì 28 ottobre 2015

"Nati per leggere". A Racalmuto un progetto per i bambini del paese


Oggi, nella giornata nazionale “Libriamoci”, dedicata alla lettura nelle scuole, Carmela Matteliano e Salvatore Picone, rispettivamente assessori alla Pubblica Istruzione e alla Cultura del Comune, hanno incontrato i referenti provinciali e regionali del progetto “Nati per leggere” Dina Vetro e Bina Claudia Guarneri, per avviare a Racalmuto il progetto, utile per seguire le tappe di avvicinamento ai libri e alla lettura dei più piccoli.
Alla riunione, che si è svolta nella sede della Fondazione Sciascia – hanno partecipato oltre agli amministratori e ai referenti del progetto, la pediatra Maria Angela Geraci, Marcello Petruzzella e Iolanda Salemi della biblioteca comunale di Racalmuto, Paola Sardo, in rappresentanza dell’Istituto Comprensivo “Generale Macaluso” e l'animatrice culturale Lorella Farrauto.
Il progetto nazionale “Nati per leggere” è promosso dall’Associazione Italiana Biblioteche, l’Associazione culturale Pediatri e il Centro per la Salute del Bambino, e subito accolto dall’amministrazione comunale di Racalmuto.  

“Tra gli scopi del progetto – dice l’assessore Carmela Matteliano – la lettura ad alta voce ai bambini fin dalla più tenera età: un bambino che riceve letture quotidiane avrà un vocabolario più ricco, si esprimerà meglio e sarà più curioso di leggere e di conoscere molti libri”.
 “Nati per leggere” a Racalmuto significherà, secondo l’idea degli organizzatori, coinvolgere sempre più la scuola, le biblioteche e le associazioni. E soprattutto – come suggerito dalla dottoressa Geraci – "coinvolgere in pieno le famiglie". “Saranno poi le biblioteche – aggiunge Dina Vetro, coordinatore provinciale del Progetto -  ad aiutare i bambini o le loro mamme nella scelta dei libri, mettendo a disposizione i titoli migliori”.
“Ci siamo incontrati nella biblioteca della Fondazione Sciascia – ha detto l’assessore Salvatore Picone – perché simbolicamente questo progetto deve partire da qui, da questo luogo che deve essere sempre più spazio aperto soprattutto per i nostri ragazzi. Nati per leggere significa anche apprendere il valore del nostro passato, la rievocazione delle nostre radici. Per questo pensiamo di iniziare l’attività prima di Natale, magari con letture e incontri che riguardano le nostre tradizioni popolari”. “Non dimentichiamo inoltre – conclude Picone – che il prossimo anno celebreremo i sessant’anni del libro Le parrocchie di Regalpetra – e i docenti e gli studenti delle scuole di Racalmuto devono essere parte integrante di un percorso di lettura che, attraverso le pagine di Leonardo Sciascia, servirà anche per rileggere le pagine della vita della comunità”.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Racalmuto LA PROTESTA